Per qualsiasi brand moderno, indipendentemente dal settore, una presenza on line è fondamentale.

Le aziende B2C devono interagire con i consumatori su piattaforme digitali, mentre le B2B possono utilizzare queste stesse piattaforme per posizionarsi come “leader di pensiero”.

Aziende senza Twitter o Instagram attivi sono invisibili.

Queste piattaforme sono i modi più semplici e veloci per comunicare con il pubblico di pertinenza.

Ma i nuovi brand spesso fanno fatica nel costruire questa presenza.

  • O non riescono ad analizzare esattamente le tipologie di contenuti per il loro pubblico

  • O semplicemente si arrendono quando non vedono risultati immediati.

La crescita dei social media è lenta: le pagine devono essere costantemente aggiornate, monitorate e curate.

Noi di Proxima (agenzia web di Fermo – Porto San Giorgio) vogliamo darvi alcune semplici nozioni su cosa sia esattamente una “presenza on line”.

 

“Presenza Digitale”. Questo termine si riferisce alla presenza di account social media attivi e facilmente identificabili. Sebbene il termine “social media” sia molto ampio, in genere fa riferimento a una manciata di piattaforme principali: Facebook, Instagram, Twitter, LinkedIn e TikTok.

Queste piattaforme sono tutte molto diverse tra loro.

Sebbene vi sia una sovrapposizione, la base di utenti e il contenuto ideale sono drasticamente diversi.

Ad esempio, un video breve e virale funzionerebbe bene su TikTok, orientato agli adolescenti, ma non su LinkedIn orientato al business.

Comprendere le esigenze di ogni pubblico in relazione a queste piattaforme è una componente chiave per costruire un’impronta digitale.

Twitter è principalmente basato sul testo e il suo limitato di 140 caratteri significa che le frasi brevi e incisive sono l’ideale.

Twitter può ospitare contenuti come immagini e video, ma gli utenti si aspettano l’interattività oltre ogni altra cosa.

Le aziende dovrebbero interagire con utenti, celebrità e altri brand.

Instagram è principalmente incentrato su immagini e video. Immagini luminose, audaci e accattivanti sono ciò che funzionano su questa piattaforma.

Facebook sta attualmente andando molto bene con i contenuti video di lunga durata. Sebbene i contenuti video possano funzionare bene su Instagram, le aziende dovrebbero anche sfruttare questo social network.

Cosa significa “buoni” contenuti?

 

Le specifiche di questo dipendono dal pubblico, dalle loro esigenze e aspettative. Ma in senso generale, il contenuto dovrebbe avere una delle seguenti caratteristiche: Emozionale, Educativa o Divertente.

Il contenuto emotivo è progettato per suscitare una risposta specifica. Sebbene questo possa essere collegato direttamente a un prodotto o servizio specifico, i brand moderni stanno riscuotendo successo semplicemente introducendo contenuti che si riferiscono solo al loro marchio in senso lato.

I contenuti educativi cercano di rendere i consumatori più consapevoli o informati.

Può essere specifico per un prodotto: un breve video può evidenziare una o due caratteristiche importanti di esso.

Ma può anche essere correlato al settore nel suo insieme: un produttore di alimenti vegani potrebbe avere successo twittando link a ricette biologiche vegane.

Scopri perché i consumatori acquistano o utilizzano un prodotto e capisci come questo si adatta al loro stile di vita.

La creazione di contenuti (o anche la condivisione di contenuti preesistenti), fa si che il brand riesca a comprende le esigenze del cliente oltre a comprendere meglio la relazione transazionale.

L’intrattenimento è una categoria ampia, ma è effettivamente un contenuto ritenuto “divertente” o “interessante” ma non promuove il marchio in alcun modo diretto.

Ciò include video divertenti generati dal marchio o anche collegamenti ad articoli interessanti. Un brand che si occupa di fitness può condividere il regime di allenamento di una celebrità.

La creazione di una varietà di contenuti che rientrano in queste categorie è di fondamentale importanza per i nuovi marchi.

Questo è il modo migliore per apprendere quale contenuto è più efficace.

  • Cosa condivide il pubblico di destinazione?

  • Su cosa è più probabile che commentino?

Più persone interagiscono con un brand sui social media, più è probabile che gli altri utenti lo vedano.

 

Usa il targeting per le parole chiave

 

Si chiamano parole chiave per un motivo. Sono i termini importanti usati per il settore, il brand e il pubblico di destinazione.

Monitora e utilizza le parole chiave di cui parlano attivamente altri brand e utenti.

Oltre a ciò che è nuovo e degno di nota, i nuovi brand devono assicurarsi di utilizzare parole chiave che aiuteranno i clienti a trovarle.

Ciò include query di ricerca del settore e hashtag specifici.

Crea contenuti che utilizzino queste parole e rispondano a queste domande.

Un fornitore di materassi può scegliere come target la frase “qual è il miglior materasso?” creando un blog che tenti di rispondere a questa domanda.

L’uso corretto delle parole chiave crea il successo a lungo termine.

Come accennato in precedenza, tutte le piattaforme di social media sono diverse.

Sebbene di solito ci siano alcune sovrapposizioni, gli utenti di Instagram potrebbero cercare un particolare settore in un modo molto diverso rispetto agli utenti di Linkedin.

Qualcuno alla ricerca di una nuova sedia da ufficio su Instagram probabilmente ne ha bisogno solo per uso personale.

La stessa ricerca su LinkedIn potrebbe invece tradursi in “sostituire le sedie di un intero ufficio”.

Contestualizza i contenuti in base alla piattaforma, il pubblico e le loro esigenze.

È anche importante concentrarsi sulle parole che le persone dovrebbero associare al marchio.

Usa queste parole in tandem con altre chiavi per creare una forte identità attorno a un brand.

 

Questa è una maratona infinita

 

Per i nuovi brand, i primi mesi sui social media richiedono la volontà di sperimentare cose nuove e un sacco di determinazione. La presenza sui social media si sviluppa e si affina nel tempo.

Anche il più grande team di social media con risorse illimitate non sarà in grado di fare magie dall’oggi al domani.

Le nuove attività devono affermarsi online, ma questo richiede mesi.

Spesso, i nuovi marchi abbandonano le loro pagine o strategie quando non vedono risultati immediati. Più tempo e impegno vengono spesi per accrescere una presenza, migliore sarà il risultato

 

 

 

 

Live Chat