L’uso della musica di sottofondo nei video gioca un ruolo fondamentale. Noi di Proxima, agenzia del fermano e maceratese suggeriamo dove trovarla e come usarla al meglio, buona lettura!

Pensa ai film, ai programmi televisivi o agli spot pubblicitari che hai visto. Probabilmente la colonna sonora ti è rimasta impressa.  Ti sei mai chiesto da dove veniva quella musica, chi l’ha prodotta e perché ha funzionato così bene?

Probabilmente no!

Dove ha preso quella musica?

Spesso, come nei lungometraggi, la colonna sonora è scritta appositamente da un compositore.

Ma in molti altri casi proviene da una libreria musicale on line.

 

Cosa sono esattamente le librerie musicali?

 

La libreria musicale “stock”, nota anche come “stock music”, è musica composta e registrata appositamente per essere utilizzata in altre produzioni.

Queste “biblioteche musicali” assumono compositori e produttori di talento da tutto il mondo – alcune anche persone che lavorano nell’industria discografica – per offrire una qualità alla pari con la migliore musica commerciale.

La concorrenza e la tecnologia hanno prodotto librerie sempre migliori, più varie e più facili da ottenere.

 

Royalties vs. Licenze

 

Molte librerie usano il termine “royalty free” per etichettare la loro musica.

Questo si riferisce al fatto che non si pagano royalties direttamente a cantautori ed editori per utilizzarla.

Ciò non significa che la musica sia gratuita, spesso si acquista la licenza d’uso.

Questa varia a seconda di come si usa la musica.

Nella maggior parte dei casi, paghi una volta per un brano particolare e puoi usarlo per sempre.

La licenza non è esclusiva, il che significa che potresti sentire lo stesso brano sulla produzione di qualcun altro.

Anche se non accade così spesso, è bene verificare se questo potrebbe essere un problema per il tuo cliente prima di procedere nella ricerca!

I termini di utilizzo completi sono spesso specificati a caratteri piccoli e differiscono per i diversi tipi di licenze disponibili per il brano scelto.

Non è esattamente una lettura facile, ma è importante capire per rimanere in regola con le leggi sul copyright.

 

La ricerca dei brani nelle librerie musicali

 

Una buona libreria di musicale online ha una finestra di ricerca per inserire parole chiave e visualizzare i temi che sono stati contrassegnati con quei termini specifici.

Puoi anche navigare per stile musicale, umore, emozione, genere o strumentale.

Ciascuna di queste categorie si suddivide in dozzine di sottocategorie.

È probabile che un determinato brano si trovi in ​​più categorie e sottocategorie.

Il motivo per cui molte biblioteche hanno funzioni di ricerca simili è perché il modo in cui pensi alla musica varia, in questo modo:

  • La musica d’ambiente per un bar di lusso si può caratterizzare da pianoforte (strumentale)
  • Un pericolo imminente suggerirebbe qualcosa di minaccioso (umore, emozione)
  • Percorrere l’autostrada potrebbe richiedere un buon accompagnamento di musica rock (stile musicale)

 

Perché gli stati d’animo e le emozioni sono così importanti in una ricerca musicale?

 

Di tutte le categorie di ricerca, gli stati d’animo e le emozioni richiedono più tempo per la scelta.

A volte i sentimenti possono essere difficili da tradurre in parole.

I Testi descrittivi che accompagnano i brani tendono a catturare molto bene l’essenza di uno stato d’animo o di un’emozione.

Ad esempio, vedrai parole come ottimista, edificante, determinato, fiducioso, nostalgico, introspettivo ed eroico nelle descrizioni dei temi musicali.

Con il tempo, migliorerai l’uso di questo linguaggio per descrivere la sensazione che vuoi evocare.

E questo renderà la tua ricerca musicale più veloce.

 

Suggerimenti per trovare i brani perfetti

 

Non importa quanto bene sia impostata una libreria musicale o quanta esperienza hai, alcune ricerche saranno più difficili di altre per un semplice motivo: non saprai sempre cosa stai cercando.

In questo caso, prova a navigare… Ascolta una varietà di brani in diverse sottocategorie.

Cose da tenere a mente:

  1. A volte la musica di sottofondo ha solo bisogno di occupare uno spazio, evitando che il dialogo o la voce fuori campo siano troppo nude.
  2. Altre volte, le scelte migliori possono essere le meno logiche. Come quando esci con qualcuno che è completamente diverso da te. Può essere un abbinamento perfetto!
  3. Una vocina nella tua testa potrebbe anche dirti che dopo tutto non hai bisogno della musica. Qualsiasi bravo progettista del suono sa che i rumori ambientali possono essere il sottofondo migliore. Spesso, le scene senza musica sono di maggior impatto.
    Nessun sottofondo a volte può essere il miglior sottofondo.

Come capire se è la scelta giusta

 Indipendentemente da come arrivi alle tue scelte, devi capire come interagiscono con il tuo video.

Ecco due modi in cui potresti farlo:

  • Facile e veloce: riproduci la musica dal tuo browser e riproduci contemporaneamente il tuo video.
  • Scarica una versione demo e inseriscila nella tua timeline: ciò ti consentirà di mettere a punto i tempi o di allineare gli accenti musicali all’interno della scena.

 

Quando la Melodia non è adatta

La maggior parte dei brani in queste librerie sono strumentali, nel senso che non hanno testi e voci.

 

Questo per due ragioni:

  1. Le voci dei brani attirano l’attenzione distogliendola dal dialogo principale o dalla voce fuori campo
  2. I testi del brano potrebbero non adattarsi al contesto in cui viene utilizzato

 

Tuttavia, anche senza la voce, molti temi musicali contengono qualcosa con cui può essere altrettanto difficile lavorare: ad esempio un importante strumento solista che suona una melodia.

Questo può funzionare bene per le situazioni in cui la musica è temporaneamente in primo piano, come segnalare un cambio di ambientazione nella storia o tornare da una pausa pubblicitaria in un episodio televisivo.

Tuttavia, quando la musica deve essere in sottofondo, la melodia distoglie dal dialogo o dalla voce fuori campo nello stesso modo in cui farebbe la parte vocale di un brano.

Come dire: “Ehi, sono importante. Ascoltami!”
L’unica opzione quindi è mixare l’intera traccia musicale a un volume inferiore a quello che dovrebbe essere per dare risalto alla scena, ma non va bene! 

Perché hai bisogno di una versione alternativa

 

Fortunatamente, alcuni spunti arrivano dalle varianti che spesso vengono composte dai produttori musicali.

Se la libreria ti consente di scaricare più di una versione del brano che hai scelto, è bene averle tutte.

Questo ti dà la possibilità di scambiarli tra loro secondo necessità.

Quindi che tipo alternative potresti usare?

Del brano originale potrebbe essere disponibile anche una versione più leggera che funziona meglio sullo sfondo di una scena. Parti che contengono solo uno o più strumenti utilizzati nell’originale.

Questo è utile se ritieni che l’originale sia quasi perfetta, ma la batteria o il piano potrebbe essere di troppo.

Potrebbero esserci anche versioni più lunghe, loop o stinger per soddisfare le esigenze del tuo progetto.

In caso di dubbio, scaricali tutti.

 

Le librerie musicali fanno risparmiare tempo e denaro. Se usati correttamente, i brani possono essere indistinguibili da una composizione personalizzata. È importante imparare il linguaggio utilizzato dalle librerie per descrivere le sensazioni che la musica evoca per una ricerca più rapida che produca i migliori risultati.