Le pagine di destinazione non sono le stesse della home page del tuo sito aziendale. Una home page offre una panoramica generale di cosa sia la tua azienda e quali prodotti o servizi stai cercando di vendere. Le pagine di destinazione sono tutt’altro che specifiche e di nicchia e trattano un particolare segmento di contenuto che punta a farti raggiungere un obiettivo nel breve termine.

Ad esempio, un’azienda può creare una pagina di destinazione per uno dei suoi prodotti (ad esempio X), parlando di tutte le funzionalità di X e che ha anche un CTA (call to action) in cui i lead (potenziali clienti) possono scegliere direttamente di iscriversi al servizio.

L’obiettivo non è quello di vendere tutti i prodotti dell’azienda, ma di commercializzare un particolare prodotto.

Questo è solo un esempio di cosa può essere una landing page.

Puoi avere una pagina di destinazione per ottenere più abbonati per la tua mailing list o newsletter, o puoi avere una pagina per convincere le persone a iscriversi ad un webinar o scaricare un e-book.

Qualunque sia il tuo scopo, con una landing page devi progettare strategicamente e correttamente ciò che vuoi, in modo da poter avere il massimo coinvolgimento.

Questo ti aiuterà a vendere di più e ad aumentare i profitti per la tua azienda.

Il tuo scopo deve essere chiaro e preciso, quindi puoi iniziare ad aggiungere contenuti e grafica che guidino l’utente fin lì, senza sforzi!

Per assicurarti di essere sulla strada giusta e di non fare nulla di sbagliato quando prepari una landing page ecco i 6 suggerimenti di Proxima (sviluppo Siti Internet Fermo Macerata Marche) su come progettarne una, efficace che determini coinvolgimento e profitti.

Qual è il tuo obiettivo

Deve essere chiaro ciò che stai cercando di ottenere dalla tua pagina di destinazione.

Non puoi includere una miriade di informazioni e aspettarti che funzioni.

Le tue informazioni devono essere concise e pertinenti, ecco perché devi conoscere bene i tuoi obiettivi.

Se stai puntando a creare un elenco di iscritti più vasto, scegli di progettare una pagina di destinazione per la registrazione, mentre, se il tuo obiettivo è pubblicizzare un prodotto e venderlo, prepara una pagina di prodotti che possa reindirizzare i clienti interessati alla pagina di pagamento, dove essi potranno pagarli e acquistarli immediatamente.

Soddisfa il tuo pubblico finale

L’idea non è quella di includere informazioni che ritieni rilevanti, ma quelle di cui i tuoi utenti hanno bisogno. Non puoi vendere pattini a rotelle a un gruppo di 50enni, anche se giovanili!!

Questo è il motivo per cui è necessario determinare, come prima cosa, gli utenti finali, separandoli in gruppi a seconda di ciò che è più probabile che essi acquistino e quindi preparare pagine separate con contenuti specifici e mirati.

Se hai un’azienda di cosmetici che cerca di vendere prodotti per la cura della pelle e per il trucco, crea diversi gruppi.

Prepara una pagina di destinazione specifica per gli adolescenti, che potrebbero aver bisogno di prodotti per l’acne, ad esempio, preparare un’altra pagina altamente specifica per giovani professionisti che hanno bisogno di creme solari e prodotti idratanti, quindi procedi alla preparazione di una terza pagina per uomini e donne che – non più giovani – sono alla ricerca di prodotti antiage.

Non cercare di includere tutte e tre le categorie in una singola pagina!

Racconta storie ma mantieni il focus sul punto principale. Lo storytelling aiuta a vendere meglio.

Quando parliamo di fornire informazioni chiare e precise, non intendiamo descrizioni di prodotti blande e noiose, ma innovative e accattivanti che raccontano una storia.

Le persone interagiscono bene con le storie poiché possono relazionarsi con loro e le sentono proprie e vere.

Assicurati di descrivere bene i tuoi prodotti e di espandere tutte le informazioni importanti che una persona vorrebbe sapere sul prodotto, prima di effettuare un acquisto. 

Scrivi cose ben strutturate

Le pagine di destinazione richiedono una struttura particolare che le renda accattivanti e coinvolgenti.

Questo è il motivo per cui hanno bisogno di un titolo che attiri l’attenzione, un testo semplice e informativo, un CTA (o un invito all’azione) chiaramente posizionato sulla pagina in modo che sappiano esattamente cosa fare nel momento in cui sono interessati alla tua attività.

Un’altra grande idea è quella di includere recensioni o testimonianze dei clienti pregressi.

Includi sconti e codici promozionali

Quando cerchi di aumentare vendite e profitti, devi creare un avvenimento a scadenza per i tuoi utenti, in cui dichiari che in caso di mancato acquisto, perderebbero qualcosa di eccezionale.

Questo evento può includere sconti e codici promozionali per un periodo di tempo limitato e ha un grosso vantaggio: ti distingue dalla concorrenza, offrendo ai clienti qualcosa che nessun altro può dare al momento.

Non dimenticare di eseguire il test A / B

È fondamentale, infine, provare diverse versioni della stessa pagina di destinazione e controllare quale funzioni al meglio.

Anche il minimo cambiamento nell’intestazione, nelle immagini o nel posizionamento del CTA può far aumentare le vendite.

Ecco spiegato il motivo per cui devi assicurarti di eseguire il test A / B, prima di pubblicare la pagina di destinazione.

Prova diversi aspetti grafici e di contenuto: titoli, corpo, immagini, testo, invito all’azione, posizionamento dei tasti o dei codici promozionali, link di reindirizzamento o di navigazione.

Questo ti fornisce maggiori informazioni su cosa funzioni e cosa no e, di conseguenza, potrai modificare la tua pagina di destinazione.

Live Chat