Il modo in cui i consumatori interagiscono con i brand è in continua evoluzione e il video sta diventando sempre più una delle componenti più importanti.

Quello che i brand possono fare con il video sta diventando sempre più complesso: le aziende stanno sperimentando produzioni che non sono più considerate “pubblicità tradizionale”.

Le popolari piattaforme di social media stanno cambiando la concezione dei video.

La tua attività sta sfruttando appieno il suo potenziale?

Per noi di Proxima, agenzia di Porto San Giorgio (Fermo Macerata Marche) suggeriamo di farlo così massimizzare le realizzazioni video per varie piattaforme di contenuti è oggi essenziale.

Ogni contenuto sviluppato deve essere ottimizzato per ogni canale che stai utilizzando.

Le persone fruiscono dei contenuti in modo diverso su Instagram rispetto a Facebook o Twitter, perché le loro aspettative sono diverse e le informazioni che si aspettano sono diverse.

Realizzare un progetto video per uno spot pubblicitario di lunga durata non sarà appropriato per alcune di queste piattaforme.

 

Piattaforme principali:

  • Facebook e Youtube: video di lunga durata (in genere funzionano bene)
  • Instagram: immagini e video di alta qualità e di breve durata
  • Twitter : riservato a contenuti brevi e di piccole dimensioni
  • Tiktok: si concentra principalmente sui contenuti generati dagli utenti

 

Le aziende che stanno registrando i maggiori ritorni sono quelli che hanno già una comprensione esatta del processo, dove il contenuto è fatto su misura ovunque venga divulgato.

Il video di un brand che racconta una storia è uno dei cambiamenti più importanti avvenuti negli ultimi anni, contenuti che parlano di valori fondamentali dell’azienda, senza mettere in luce il prodotto.

Gli spettatori possono interagire e condividere il contenuto su più canali magari perché è divertente.

Non viene percepito come “pubblicità”. 

Le aziende si stanno anche allontanando dalla pubblicità televisiva tradizionale.

Gli spettatori TV stanno diminuendo e coloro che si sintonizzano possono facilmente cambiare canale o dare un’occhiata ai loro telefoni.

I contenuti dei social media funzionano sempre.

Ma questi sono solo i canali di distribuzione.

Come creare contenuti coerenti (e costantemente convincenti)?

Ci sono 4 fattori da considerare: visione, coerenza, autenticità e creatività.

Comprendere la visione e, più specificamente, gli obiettivi creativi e strategici di un particolare progetto, è fondamentale.

Creare e condividere contenuti non è sufficiente.
Prima di iniziare la pre-produzione, i team e le persone interessati dovrebbero avere un chiaro obiettivo finale: cosa devono dire i tuoi contenuti del tuo brand? Altrettanto importante, come lo dirà?

La coerenza è fondamentale quando si crea una brand identity tramite il contenuto.

Anche l’idea di come appare un contenuto “di successo” deve essere standardizzata.

 

Qual è l’obiettivo dei tuoi video?

  • Massimizza visualizzazioni e condivisioni: concentrati sul tradizionale successo “virale”.
  • Massimizza l’interazione: lavorare per far parlare i (potenziali) clienti tra loro e con il brand.
  • Generare consapevolezza : creare clamore intorno a nuovi prodotti o concentrarsi sui servizi attuali.

 

Molti marchi cercheranno di creare e condividere uno spot pubblicitario in TV o un video sui social media – per poi rinunciare se non ci sono risultati immediati.

Costruire la consapevolezza del brand attraverso campagne sui media è un lento processo!

Il pubblico moderno (e in particolare quello collegato ai social media) ha imparato a filtrare gli annunci espliciti.

Assicurati che qualunque contenuto venga prodotto parli dei valori fondamentali del tuo brand, ma attinga anche a esperienze autentiche e utilizzi persone reali.

Crea qualcosa con cui un pubblico possa connettersi.

E infine, deve essere creativo.
I tempi di attenzione sono brevi, ma la richiesta di qualità è alta. 

Una buona creatività incentrata sul marchio dovrebbe avere qualità uniche che coinvolgano le persone e le motivino a guardare.

L’implementazione di una campagna video adeguata richiede un team che comprenda questi concetti e obiettivi finali.

Se non c’è un team con le giuste competenze e background, un’azienda ha due opzioni: assumerne internamente o esternalizzare.

Ma cosa succede quando la “visione” di un brand viene esternalizzata e in che modo una terza parte acquisisce una comprensione dei valori e delle esigenze di una determinata azienda?

Attraverso un ampio e meticoloso processo di scoperta.

Potresti già avere una visione di come dovrebbe essere il contenuto prodotto.

Ma è possibile che ci siano aspetti del processo che non sono stati considerati.

Le principali parti interessate possono avere opinioni o idee diverse.

Il processo di scoperta deve trovare un terreno comune e sviluppare un consenso unico.

Attraverso workshop, interviste e brief creativi, sviluppiamo strategia, intento e scopo.

Ogni progetto deve include una panoramica, un intervallo di budget, un moodboard, riferimenti visivi, piattaforme in cui verrà trasmesso il video e il pubblico di destinazione.

Lo scopo è stabilire obiettivi finali chiari per ogni aspetto del progetto prima di passare alla produzione.

Live Chat